Il mare del nord, le vie d’acqua e i dolci paesaggi della campagna costellati di mulini rendono l’Olanda, terra rubata al mare, un paese dal fascino inconsueto. Il periodo migliore in cui visitare i Paesi Bassi sono i mesi d’Aprile/Maggio quando i campi si trasformano in distese multicolori di tulipani, simboli per antonomasia del paesaggio olandese; comunque i numerosi aspetti culturali, Amsterdam la sua vita notturna e i suoi musei, fanno dell’Olanda una meta ideale in ogni periodo dell’anno. L’itinerario che segue è per un viaggio di 15 giorni in cui si possono visitare tutte le tappe più caratteristiche da non perdere.

ARNHEM
– Nederland Openlunch museum. E’ un museo all’aria aperta che illustra la vita quotidiana dell’Olanda nel seicento con ricostruzioni d’antiche fattorie e mulini a vento.
– Museo Kroller Muller. E’ un museo d’arte moderna e contemporanea situato all’interno del parco naturale Hoge Veluwe; con il camper o con le bici ci si addentra all’interno della riserva per circa 10 km. circondati da un paesaggio unico. La zona è attrezza con tavoli per pic nic.
– Burger’s Zoo. E’ un grandissimo zoo con tantissime specie d’animali inseriti in perfette ricostruzioni del loro Habitat naturale; ideale per i più piccoli;

UTRECHT
Visita della città e del Domtorem: salendo 112 gradini si visita la torre più alta d’Olanda.

AMSTERDAM
Amsterdam è cresciuta grazie alla tenacia della sua popolazione che ha fermato il mare con dighe e polders e ha appoggiato su migliaia di palafitte il miracolo di un’architettura il cui fasto si specchia tutt’oggi nell’intreccio dei canali. La città trovò proprio nell’acqua l’alleato economico che la rese regina del commercio marittimo nel nord quando nel 600 la Compagnia delle Indie dai porti orientali esportava caffè, the, tabacco, spezie e diamanti. Fu questo il secolo in cui prese forma l’Amsterdam attuale, città dal fascino dirompente, cosmopolita e invitante; oggi la capitale conta 700.000 abitanti ma anche 550.000 biciclette,220.000 alberi,600.000 bulbi di tulipani,8 organetti di Barberia, più di 2.500 case sui barconi, oltre ai musei celebri in tutto il mondo. La prima tentazione è quella di salire su uno dei tanti battelli che, navigando lungo l’intreccio dei canali, mostrano scorci unici di grandiosi palazzi mentre sfumano le note musicali di un carillon o di una chiesa vicina quando svolta il canale o si passa sotto l’arcata di un ponte. Impedibile però è anche una passeggiata a piedi alla scoperta delle piazze e dei luoghi di ritrovo come il Dam e lo Spui, alla scoperta di vecchi edifici come il Waag (pesa pubblica) e l’Oude Kerk (la chiesa vecchia) o in luoghi in cui il tempo sembra fermarsi come il beghinaggio, residenza delle donne che si dedicano alla preghiera; attraverso il Damrak e il Rokin i viali principali del centro si giunge alla torre delle lacrime che delimita il vecchio quartiere dei marinai oggi noto come il quartiere a luci rosse con le famose ragazze in vetrina. E’ curioso visitare anche una fabbrica dove lavorano i diamanti: attraverso delle vetrate si vedono tutti gli arnesi e le varie fasi di lavorazione delle pietre preziose. Infine e d’obbligo la visita ai musei più conosciuti al mondo: Il museo Van Gogh, il Rijksmuseum con collezioni di pittura dalle origini al seicento, sculture e arte applicata e lo Stedelijk Museum uno dei più importanti per l’arte contemporanea. Se siete con dei bambini e una scelta è necessaria, visitate il Museo di Van Gogh, per noi è stato il più interessante. ……e passeggiando tra i negozietti intriganti e i canali con le caratteristiche house boat (case galleggianti), si fa sera: la birra e la musica diventano i padroni della notte, i coffè shop si animano per far trascorrere una notte da sballo ai clienti e si accendono le vetrine del desiderio di un’Amsterdam tollerante verso ogni tipo di svago e in cui nessuno viene emarginato.

ZAANSE SCHANSE
E’ un villaggio di casette in legno con 5 mulini funzionanti; è situato a 9/10 km. a nord d’Amsterdam lungo il fiume Zaan.

VOLENDAM, MARKEN, MONNICKENDAM
Rappresentano l’Olanda più tradizionale e presentano motivi di grandissimo interesse paesaggistico, folcloristico e artistico: sono incantevoli borghi sulla riva occidentale del Markermmeer oggi mare chiuso e in parte prosciugato. Ci sono musei in cui e ricostruita la storia, i costumi di un tempo e a Marken la circolazione delle auto è vietata, così, il centro di casette con le persiane verdi si scopre con una passeggiata che porta fino al faro.

DEN OEVER
Con l’innesto dell’autostrada A7 ha inizio una colossale diga costruita per strappare terra al mare e per proteggere da inondazioni le province circostanti.

ALKMAAR
E’ nota in tutta l’Olanda per il mercato del formaggio che si svolge da metà aprile a metà settembre ogni venerdì mattina tra le 10 e le 12 davanti al Waag, la pesa pubblica. I formaggi gialli per il mercato nazionale e quelli rossi per l’esportazione sono giudicati dagli assaggiatori che ancora vestono il bianco costume seicentesco.

LISSE
E’ situata a 15 km. Da Leiden e nel periodo della fioritura che va da aprile a maggio il vicino parco di Keukenhof si ricopre di tulipani di tutte le specie e colori offrendo uno spettacolo unico.

AALSMEER
A nord ovest di Leiden è ospitato il più grande mercato dei fiori recisi: il Bloemenveiling. E’ aperto da lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 11. Per vedere l’apertura dell’asta e la frenetica corsa dei trenini che trasportano i fiori bisogna arrivare subito all’apertura.

DELFT
E’ uno dei centri di produzione della famosa porcellana olandese; si consiglia la visita della fabbrica più antica la Koninklijke Porceleyne Fles che è aperta al pubblico per far visitare i suoi laboratori; al termine della visita vi è la possibilità di acquistare direttamente in fabbrica.

GOUDA
E’ una città conosciuta per la produzione dei formaggi e pipe in ceramica; inoltre ogni giovedì e sabato mattina si può visitare all’interno un mulino ancora oggi utilizzato per la produzione di farina, chiamato “Leone Rosso”.

KINDERIJK
A nord di Dondrecht sorgono 19 mulini del 1740. Imperdibile è una passeggiata tra la campagna verdissima separata da canali e stagni e trapuntata dai mulini a vento. Da maggio a dicembre tutti i mulini sono in funzione ogni primo sabato del mese.

NOTIZIE UTILI
Molto diffusa è in Olanda la pratica del campeggio per questo le strutture a disposizione sono tante e ben organizzate. Il campeggio libero è vietato, in ogni caso nelle grandi città per non avere problemi con i furti, è buona norma appoggiarsi a camping o parcheggi custoditi. Le bici si possono anche noleggiare e possono essere veramente utili, infatti, una statale è spesso affiancata a una pista ciclabile. L’itinerario da noi descritto fa percorrere circa 4.000 km.: nell’andata e nel ritorno abbiamo scelto qualche tappa anche in Germania in cui abbiamo visitato Heidelberg, Rothenburg ob the Tauber, e Fussen.

VIABILITA’, STRADE/AUTOSTRADE
La rete stradale è fitta ed estesa, solo le autostrade, completamente gratuite, coprono circa 2100 km. per tutto l’intero territorio. Nelle ore di punta sono molto frequenti lunghi incolonnamenti causati dalla congestione del traffico attorno alle grandi città. Strade e autostrade sono sotto controllo elettronico, attenzione quindi, perché quando si supera la velocità consentita, scatta un segnale luminoso che invita a moderare la velocità e se entro 100 metri non si rientra nei limiti si attiva una fotocellula (auto velox) che riprende la targa del mezzo. In alcune città come Amsterdam, Alkmaar, Gouda, Utrecht, è vietato sostare fuori da aree attrezzate o campeggi, la polizia municipale è molto severa e arriva a bloccare con le ganasce i veicoli in divieto. In molte città la sosta è consentita all’interno delle cosiddette zone blu, parcheggi con pagamento obbligatorio pena multe salatissime che vengono recapitate anche a domicilio. Limiti di velocità 50 km/h nei centri urbani, 80 sulle strade extraurbane e 100 – 120 in autostrada. Obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza.

TELECOMUNICAZIONI
I prefissi telefonici per l’Italia 0039, dall’Italia 0031. Se si è in possesso di telefono cellulare è possibile anche con schede telefoniche prepagate telefonare verso l’Italia. Chiedete al vostro gestore prima della partenza.

GASTRONOMIA
La cena è il pasto più consistente della giornata spesso è a base di minestre soepen, un secondo di pesce o carne accompagnato da numerosi contorni di verdure. Le zuppe è uno dei piatti tipici Olandesi, assieme ai secondi di pesce quali i frutti di mare, l’aringa fresca che si mangia anche cruda. I formaggi non sono da perdere i più buoni sono il goudsekaas a forme cilindriche o piatte, il graskaas un formaggio grasso di latte crudo che viene prodotto solo in primavera e infine il l’edammerkaas a pasta gialla e compatta. Tra le bevande segnaliamo la birra chiara, molto caratteristici sono anche lo jenever, gin con aggiunta di limone o ribes e l’advokaat, acquavite all’uovo.

ORARI
Le banche sono aperte tutti i giorni dalle 9:00 alle 16:00 dal lunedì al venerdì; I negozi dalle 9:00 alle 18:00 dal lunedì al venerdì sabato dalle 9:00 alle 17:00.